コンテンツにスキップ

Guida per gli Ospiti di La petite maison d'Erika

Erika Adele

Guida per gli Ospiti di La petite maison d'Erika

In inverno, le mie piste di sci preferite a Pila a soli 17 minuti da La petite maison d'Erika
Sciare ad Aosta significa sciare a Pila, località sciistica a 1800 m. raggiungibile in soli 17 minuti con una telecabina che permette di percorrere rapidamente gli oltre mille metri di dislivello che separano i campi da sci dalla città capoluogo. Pila è un paradiso per gli sciatori più esperti e per i principianti che nei 70 km delle sue piste hanno la possibilità di trascorrere giornate indimenticabili. Pila è meta privilegiata anche per gli amanti dello snow board che possono scegliere le piste più impegnative o l'attrezzatissimo snowpark per il freestyle e ancora per gli sciatori più piccoli con un campo scuola dotato di tapis roulant e giochi per divertirsi sulla neve, area bob e slittini, addirittura un parco avventura sulla neve. Per gli amanti del fondo Saint-Barthélemy mette a disposizione una piccola pista accanto al capoluogo Lignan e, a 2000 m. di quota verso l'alta valle di Saint Barthélemy, le piste denominate “Gran Tor turistico” di km 24 o la variante più lunga il “Gran Tor agonistico” di ben 30 km. Il comprensorio è molto soleggiato e permette di sciare nella quiete più assoluta godendo di uno splendido panorama. Le strade poderali ed i sentieri diventano durante l'inverno ottimi itinerari per passeggiate rigeneranti e distensive con le racchette da neve, un'ottima alternativa allo sci che permette di assaporare a pieno la bellezza dell'inverno alpino. Per organizzare meglio il Tuo soggiorno in Valle D’Aosta , Ti Consigliamo di scaricare sul Tuo Smartphone : - l’APP tabUi (ti aiuterà a scoprire il Territorio) - l’APP Svap bus ( ti aiuterà con il trasporto pubblico con i pullman di linea della SVAP) - l’APP Valle d’Aosta EVENTS (ti aiuterà a scoprire tutti gli eventi della Valle D’Aosta) Lo spettacolo sarà assicurato!
Sciare ad Aosta significa sciare a Pila, località sciistica a 1800 m. raggiungibile in soli 17 minuti con una telecabina che permette di percorrere rapidamente gli oltre mille metri di dislivello che separano i campi da sci dalla città capoluogo. Pila è un paradiso per gli sciatori più esperti e per i principianti che nei 70 km delle sue piste hanno la possibilità di trascorrere giornate indimenticabili. Pila è meta privilegiata anche per gli amanti dello snow board che possono scegliere le piste più impegnative o l'attrezzatissimo snowpark per il freestyle e ancora per gli sciatori più piccoli con un campo scuola dotato di tapis roulant e giochi per divertirsi sulla neve, area bob e slittini, addirittura un parco avventura sulla neve. Per gli amanti del fondo Saint-Barthélemy mette a disposizione una piccola pista accanto al capoluogo Lignan e, a 2000 m. di quota verso l'alta valle di Saint Barthélemy, le piste denominate “Gran Tor turistico” di km 24 o la variante più lunga il “Gran Tor agonistico” di ben 30 km. Il comprensorio è molto soleggiato e permette di sciare nella quiete più assoluta godendo di uno splendido panorama. Le strade poderali ed i sentieri diventano durante l'inverno ottimi itinerari per passeggiate rigeneranti e distensive con le racchette da neve, un'ottima alternativa allo sci che permette di assaporare a pieno la bellezza dell'inverno alpino.
Frazione Pila
Sciare ad Aosta significa sciare a Pila, località sciistica a 1800 m. raggiungibile in soli 17 minuti con una telecabina che permette di percorrere rapidamente gli oltre mille metri di dislivello che separano i campi da sci dalla città capoluogo. Pila è un paradiso per gli sciatori più esperti e per i principianti che nei 70 km delle sue piste hanno la possibilità di trascorrere giornate indimenticabili. Pila è meta privilegiata anche per gli amanti dello snow board che possono scegliere le piste più impegnative o l'attrezzatissimo snowpark per il freestyle e ancora per gli sciatori più piccoli con un campo scuola dotato di tapis roulant e giochi per divertirsi sulla neve, area bob e slittini, addirittura un parco avventura sulla neve. Per gli amanti del fondo Saint-Barthélemy mette a disposizione una piccola pista accanto al capoluogo Lignan e, a 2000 m. di quota verso l'alta valle di Saint Barthélemy, le piste denominate “Gran Tor turistico” di km 24 o la variante più lunga il “Gran Tor agonistico” di ben 30 km. Il comprensorio è molto soleggiato e permette di sciare nella quiete più assoluta godendo di uno splendido panorama. Le strade poderali ed i sentieri diventano durante l'inverno ottimi itinerari per passeggiate rigeneranti e distensive con le racchette da neve, un'ottima alternativa allo sci che permette di assaporare a pieno la bellezza dell'inverno alpino.
SCI E CARVING A PILA. LA PIÙ COMODA DELLE ALPI Al centro della Valle d’Aosta, a 1800 m. attico con vista che spazia dal Monte Bianco al Grand Combin, dal Cervino al Monte Rosa, lambita da boschi di abeti e larici, Pila è bellissima! Ed è la stazione d’alta quota più facilmente raggiungibile delle Alpi: direttamente dal centro di Aosta con la telecabina in 18 minuti, senza bisogno dell’automobile. Finiti i faticosi pellegrinaggi “sci in spalla”, Pila regala l’incredibile comodità di raggiungere gli alberghi e i residence con gli sci ai piedi. Una stazione di sci “integrata”, perfettamente attrezzata per il divertimento sportivo e mondano.
23
現地メンバーのおすすめ
Pila
23
現地メンバーのおすすめ
SCI E CARVING A PILA. LA PIÙ COMODA DELLE ALPI Al centro della Valle d’Aosta, a 1800 m. attico con vista che spazia dal Monte Bianco al Grand Combin, dal Cervino al Monte Rosa, lambita da boschi di abeti e larici, Pila è bellissima! Ed è la stazione d’alta quota più facilmente raggiungibile delle Alpi: direttamente dal centro di Aosta con la telecabina in 18 minuti, senza bisogno dell’automobile. Finiti i faticosi pellegrinaggi “sci in spalla”, Pila regala l’incredibile comodità di raggiungere gli alberghi e i residence con gli sci ai piedi. Una stazione di sci “integrata”, perfettamente attrezzata per il divertimento sportivo e mondano.
Freeride a Pila INTERPRETARE LA MONTAGNA CON LIBERTÀ Freeride è sinonimo di libertà, per tutti gli sciatori esperti che amano il brivido e l’avventura. A Pila si può fare in sicurezza sul tracciato della Platta De Grevon a quota 2700m. Nessun rumore, il silenzio della montagna, rotto solo dal fruscio degli sci o della tavola sul manto fresco e polveroso. Uno sport appassionante che supera il concetto di fuori pista e si richiama alla libertà di sciare fuori dagli schemi e dalle piste. PLATTA DE GREVON, EMOZIONI POWDER “Dove la neve si posa soffice, nel silenzio della montagna, incredibili sono le discese e i fuori pista tra i boschi. Perché il freeride è sinonimo di libertà, scoperta e avventura”. Appositamente dedicato ai freeriders, il tracciato servito da un tapis roulant protetto da una moderna copertura in plexiglass che parte dalla stazione d’arrivo del Couis 1 e consente di scendere dalla Platta de Grevon a 2700 m per arrivare fino a Plan de L’Eyve. Il fondo della nuova pista nera verrà lasciato in condizioni naturali nei giorni successivi alle nevicate per poi essere successivamente battuto e quindi fruibile da una clientela più ampia.
23
現地メンバーのおすすめ
Pila
23
現地メンバーのおすすめ
Freeride a Pila INTERPRETARE LA MONTAGNA CON LIBERTÀ Freeride è sinonimo di libertà, per tutti gli sciatori esperti che amano il brivido e l’avventura. A Pila si può fare in sicurezza sul tracciato della Platta De Grevon a quota 2700m. Nessun rumore, il silenzio della montagna, rotto solo dal fruscio degli sci o della tavola sul manto fresco e polveroso. Uno sport appassionante che supera il concetto di fuori pista e si richiama alla libertà di sciare fuori dagli schemi e dalle piste. PLATTA DE GREVON, EMOZIONI POWDER “Dove la neve si posa soffice, nel silenzio della montagna, incredibili sono le discese e i fuori pista tra i boschi. Perché il freeride è sinonimo di libertà, scoperta e avventura”. Appositamente dedicato ai freeriders, il tracciato servito da un tapis roulant protetto da una moderna copertura in plexiglass che parte dalla stazione d’arrivo del Couis 1 e consente di scendere dalla Platta de Grevon a 2700 m per arrivare fino a Plan de L’Eyve. Il fondo della nuova pista nera verrà lasciato in condizioni naturali nei giorni successivi alle nevicate per poi essere successivamente battuto e quindi fruibile da una clientela più ampia.
Snowboard a Pila SNOWBOARDING IN PILA Ai freeriders che hanno la libertà in testa e nelle gambe e che con la tavola vogliono fare tutto ciò che è possibile anche solo immaginare, Pila regala la più ampia varietà di piste di grande estensione, battute o naturali, lisce o con le gobbe e i fuoripista in mezzo a boschetti, dove zigzagare e saltare ostacoli naturali. Quando i primi freddi dell’inverno regalano un nuovo manto nevoso, scatta la voglia di libertà e avventura racchiusa nel cuore dello snowboarder! A PILA CHI AMA LO SNOWBOARD VA SUL SICURO Non dimenticatevi la macchina fotografica! Potrete immortalare la traccia della vostra tavola impressa sul manto immacolato e polveroso, che spicca solitaria su un pendio completamente vergine: powder, per provare le sensazioni più intense di questo sport. Ma anche se solcare un pendio di soffice neve è la cosa che vi manda più fuori di testa, tenetela bene attaccata alle spalle e non dimenticate le valanghe: evitate di tagliare pendii nevosi, tenete d’occhio il bollettino, e portate con voi l’Arva (Appareil Recherche Victimes Avalanches), o scegliete di farvi accompagnare da un maestro o da una guida alpina.
23
現地メンバーのおすすめ
Pila
23
現地メンバーのおすすめ
Snowboard a Pila SNOWBOARDING IN PILA Ai freeriders che hanno la libertà in testa e nelle gambe e che con la tavola vogliono fare tutto ciò che è possibile anche solo immaginare, Pila regala la più ampia varietà di piste di grande estensione, battute o naturali, lisce o con le gobbe e i fuoripista in mezzo a boschetti, dove zigzagare e saltare ostacoli naturali. Quando i primi freddi dell’inverno regalano un nuovo manto nevoso, scatta la voglia di libertà e avventura racchiusa nel cuore dello snowboarder! A PILA CHI AMA LO SNOWBOARD VA SUL SICURO Non dimenticatevi la macchina fotografica! Potrete immortalare la traccia della vostra tavola impressa sul manto immacolato e polveroso, che spicca solitaria su un pendio completamente vergine: powder, per provare le sensazioni più intense di questo sport. Ma anche se solcare un pendio di soffice neve è la cosa che vi manda più fuori di testa, tenetela bene attaccata alle spalle e non dimenticate le valanghe: evitate di tagliare pendii nevosi, tenete d’occhio il bollettino, e portate con voi l’Arva (Appareil Recherche Victimes Avalanches), o scegliete di farvi accompagnare da un maestro o da una guida alpina.
A Pila la passione sportiva si sposa con cultura e shopping Quando si cerca di conciliare l'amore per gli sport invernali, la comodità di raggiungere le piste in pochi minuti, la passione per lo shopping e la storia, Pila diventa il luogo perfetto. A pochi passi da Aosta, è il comprensorio più vicino alla città, luogo di cultura, negozi, ristoranti e attrattive per rendere una vacanza completa. Pila, la località nel comune di Gressan, è l'ideale per trascorrere una vacanza all'insegna dello sport e della cultura perché con la telecabina che la collega con il centro di Aosta si può raggiungere in meno di 17 minuti. Nella zona di partenza della telecabina c'è un ampio parcheggio, raggiungibile in pochi minuti sia dall'uscita autostradale di Aosta Est, sia da quella di Aosta Ovest.
A Pila si trovano più di 70 chilometri di tracciati innevati e ben 30 piste, di cui quattro «blu», 22 «rosse» e quattro «nere», per trascorrere un'intera giornata con gli sci ai piedi. Località adatta a tutti i tipi di sciatori e anche alle famiglie, Pila ha ampliato l'offerta del comprensorio realizzando una nuova «fun slope». Il nuovo tracciato, costruito lungo la pista di raccordo tra la 12 e la 13, è caratterizzato da curve, paraboliche e salti, alla portata e per il divertimento di grandi e piccini. Inoltre è stato completato l'innevamento programmato lungo la pista 7 e il potenziamento di quello sulle piste 23 e 24, oltre ad importanti lavori di sistemazione e livellamento lungo la pista 16 del Couis 2.
La stazione ha inoltre in cantiere un nuovo progetto di sviluppo, che prevede il collegamento di Pila, che si trova a 1.800 metri di quota, con la Platta de Grévon, a 2.800 metri, spartiacque con la vallata di Cogne, attraverso una nuova telecabina che andrà a sostituire entro alcuni anni le vecchie seggiovie Liaison e Couis 1. Dalla stazione di monte sarà possibile apprezzare lo splendido panorama a 360 gradi su tutte le vette valdostane, dal vicino Gran Paradiso al Monte Bianco che svetta sull'Alta Valle, dall'imponente Cervino con il suo triangolo che domina la Valtournenche ai ghiacciai eterni del Monte Rosa.
Tante le manifestazioni. Sabato 8 febbraio torna, per il settimo anno consecutivo, la fiaccolata benefica in rosa «I Light Pila», a cui proprio tutti possono partecipare: con gli sci, lo snowboard, a piedi o con le ciaspole, al calar della sera si scenderà lungo le piste del comprensorio verso la scuola di sci in un serpentone rosa. Il ricavato dell'iniziativa sarà devoluto all'associazione Susan G. Komen Italia, che affianca le donne nella battaglia contro il cancro al seno.
Nella stagione invernale 2019-2020, Pila è aperta tutti i giorni da sabato 30 novembre 2019 al domenica 19 aprile 2020: l'innevamento è ottimo grazie alle abbondanti nevicate di novembre e dicembre e agli impianti di innevamento programmato, che coprono quasi per intero le piste del comprensorio. Ogni informazione su iniziative, manifestazioni e dettagli dell'apertura di piste e impianti è disponibile sul sito www.pila.it Per organizzare meglio il Tuo soggiorno in Valle D’Aosta , Ti Consigliamo di scaricare sul Tuo Smartphone : - l’APP tabUi (ti aiuterà a scoprire il Territorio) - l’APP Svap bus ( ti aiuterà con il trasporto pubblico con i pullman di linea della SVAP) - l’APP Valle d’Aosta EVENTS (ti aiuterà a scoprire tutti gli eventi della Valle D’Aosta) Ti aspettiamo. Lo spettacolo sarà assicurato!
6
現地メンバーのおすすめ
Pila
4 Str. Pont-Suaz
6
現地メンバーのおすすめ
A Pila la passione sportiva si sposa con cultura e shopping Quando si cerca di conciliare l'amore per gli sport invernali, la comodità di raggiungere le piste in pochi minuti, la passione per lo shopping e la storia, Pila diventa il luogo perfetto. A pochi passi da Aosta, è il comprensorio più vicino alla città, luogo di cultura, negozi, ristoranti e attrattive per rendere una vacanza completa. Pila, la località nel comune di Gressan, è l'ideale per trascorrere una vacanza all'insegna dello sport e della cultura perché con la telecabina che la collega con il centro di Aosta si può raggiungere in meno di 17 minuti. Nella zona di partenza della telecabina c'è un ampio parcheggio, raggiungibile in pochi minuti sia dall'uscita autostradale di Aosta Est, sia da quella di Aosta Ovest.
A Pila si trovano più di 70 chilometri di tracciati innevati e ben 30 piste, di cui quattro «blu», 22 «rosse» e quattro «nere», per trascorrere un'intera giornata con gli sci ai piedi. Località adatta a tutti i tipi di sciatori e anche alle famiglie, Pila ha ampliato l'offerta del comprensorio realizzando una nuova «fun slope». Il nuovo tracciato, costruito lungo la pista di raccordo tra la 12 e la 13, è caratterizzato da curve, paraboliche e salti, alla portata e per il divertimento di grandi e piccini. Inoltre è stato completato l'innevamento programmato lungo la pista 7 e il potenziamento di quello sulle piste 23 e 24, oltre ad importanti lavori di sistemazione e livellamento lungo la pista 16 del Couis 2.
La stazione ha inoltre in cantiere un nuovo progetto di sviluppo, che prevede il collegamento di Pila, che si trova a 1.800 metri di quota, con la Platta de Grévon, a 2.800 metri, spartiacque con la vallata di Cogne, attraverso una nuova telecabina che andrà a sostituire entro alcuni anni le vecchie seggiovie Liaison e Couis 1. Dalla stazione di monte sarà possibile apprezzare lo splendido panorama a 360 gradi su tutte le vette valdostane, dal vicino Gran Paradiso al Monte Bianco che svetta sull'Alta Valle, dall'imponente Cervino con il suo triangolo che domina la Valtournenche ai ghiacciai eterni del Monte Rosa.
Tante le manifestazioni. Sabato 8 febbraio torna, per il settimo anno consecutivo, la fiaccolata benefica in rosa «I Light Pila», a cui proprio tutti possono partecipare: con gli sci, lo snowboard, a piedi o con le ciaspole, al calar della sera si scenderà lungo le piste del comprensorio verso la scuola di sci in un serpentone rosa. Il ricavato dell'iniziativa sarà devoluto all'associazione Susan G. Komen Italia, che affianca le donne nella battaglia contro il cancro al seno.
Nella stagione invernale 2019-2020, Pila è aperta tutti i giorni da sabato 30 novembre 2019 al domenica 19 aprile 2020: l'innevamento è ottimo grazie alle abbondanti nevicate di novembre e dicembre e agli impianti di innevamento programmato, che coprono quasi per intero le piste del comprensorio. Ogni informazione su iniziative, manifestazioni e dettagli dell'apertura di piste e impianti è disponibile sul sito www.pila.it Per organizzare meglio il Tuo soggiorno in Valle D’Aosta , Ti Consigliamo di scaricare sul Tuo Smartphone : - l’APP tabUi (ti aiuterà a scoprire il Territorio) - l’APP Svap bus ( ti aiuterà con il trasporto pubblico con i pullman di linea della SVAP) - l’APP Valle d’Aosta EVENTS (ti aiuterà a scoprire tutti gli eventi della Valle D’Aosta) Ti aspettiamo. Lo spettacolo sarà assicurato!
In Estate, ottima per le escursioni a piedi oppure in bici direttamente da La petite maison d'Erika.
L'estate è la stagione ideale per le passeggiate e per il trekking che in questa parte della regione sono davvero praticabili ovunque, percorrendo centinaia di sentieri di ogni difficoltà per raggiungere i numerosi rifugi oppure percorsi più impegnativi come ad esempio gli intervallivi; il numero 102, parte da Pont Suaz, nel comune di Charvensod ed arriva a Champdepraz attraversando colli, boschi, valloni e parte del Parco Regionale del Mont Avic, il numero 105, raggiunge le valli del Monte Rosa partendo da Porossan, sopra Aosta attraversando il vallone di Saint-Barthélemy. Coloro che amano camminare ma non solo, possono ripercorrere parte dell'antica Via Francigena, la via del Pellegrinaggio da Canterbury a Roma, che nel tratto valdostano scende dal Colle del Gran San Bernardo e seguendo “le Chemin des Vignobles” arriva fino a Saint Christophe, attraversando poi la regione in tutta interezza fino a Pont-Saint-Martin, oppure scegliere la Route des Salasses, strada panoramica che collega la zona del Gran San Bernardo a Saint-Nicolas. Pila è, in estate, meta privilegiata per gli appassionati di mountain bike che hanno a loro disposizione 12 itinerari per il cross-country, un bike stadium di downhill e free ride. E se tutto questo non bastasse si possono organizzare passeggiate a cavallo, discese in gommone lungo le acque della Dora Baltea, voli in mongolfiera, oppure trascorrere una giornata all'insegna dell'avventura nel nuovo Park Adventure di Pila.
L'estate è la stagione ideale per le passeggiate e per il trekking che in questa parte della regione sono davvero praticabili ovunque, percorrendo centinaia di sentieri di ogni difficoltà per raggiungere i numerosi rifugi oppure percorsi più impegnativi come ad esempio gli intervallivi; il numero 102, parte da Pont Suaz, nel comune di Charvensod ed arriva a Champdepraz attraversando colli, boschi, valloni e parte del Parco Regionale del Mont Avic, il numero 105, raggiunge le valli del Monte Rosa partendo da Porossan, sopra Aosta attraversando il vallone di Saint-Barthélemy. Coloro che amano camminare ma non solo, possono ripercorrere parte dell'antica Via Francigena, la via del Pellegrinaggio da Canterbury a Roma, che nel tratto valdostano scende dal Colle del Gran San Bernardo e seguendo “le Chemin des Vignobles” arriva fino a Saint Christophe, attraversando poi la regione in tutta interezza fino a Pont-Saint-Martin, oppure scegliere la Route des Salasses, strada panoramica che collega la zona del Gran San Bernardo a Saint-Nicolas. Pila è, in estate, meta privilegiata per gli appassionati di mountain bike che hanno a loro disposizione 12 itinerari per il cross-country, un bike stadium di downhill e free ride. E se tutto questo non bastasse si possono organizzare passeggiate a cavallo, discese in gommone lungo le acque della Dora Baltea, voli in mongolfiera, oppure trascorrere una giornata all'insegna dell'avventura nel nuovo Park Adventure di Pila.
23
現地メンバーのおすすめ
Pila
23
現地メンバーのおすすめ
L'estate è la stagione ideale per le passeggiate e per il trekking che in questa parte della regione sono davvero praticabili ovunque, percorrendo centinaia di sentieri di ogni difficoltà per raggiungere i numerosi rifugi oppure percorsi più impegnativi come ad esempio gli intervallivi; il numero 102, parte da Pont Suaz, nel comune di Charvensod ed arriva a Champdepraz attraversando colli, boschi, valloni e parte del Parco Regionale del Mont Avic, il numero 105, raggiunge le valli del Monte Rosa partendo da Porossan, sopra Aosta attraversando il vallone di Saint-Barthélemy. Coloro che amano camminare ma non solo, possono ripercorrere parte dell'antica Via Francigena, la via del Pellegrinaggio da Canterbury a Roma, che nel tratto valdostano scende dal Colle del Gran San Bernardo e seguendo “le Chemin des Vignobles” arriva fino a Saint Christophe, attraversando poi la regione in tutta interezza fino a Pont-Saint-Martin, oppure scegliere la Route des Salasses, strada panoramica che collega la zona del Gran San Bernardo a Saint-Nicolas. Pila è, in estate, meta privilegiata per gli appassionati di mountain bike che hanno a loro disposizione 12 itinerari per il cross-country, un bike stadium di downhill e free ride. E se tutto questo non bastasse si possono organizzare passeggiate a cavallo, discese in gommone lungo le acque della Dora Baltea, voli in mongolfiera, oppure trascorrere una giornata all'insegna dell'avventura nel nuovo Park Adventure di Pila.
TOUR IN E-BIKE IN VALLE D’AOSTA FOOD TOUR IN VDA Scopri i sapori della Valle D’Aosta attraverso i percorsi da selezionati accuratamente, sapori unici, con un passato e una storia da raccontare. I prodotti tipici della Valle d’Aosta raccontano, attraverso il gusto, la storia di un territorio alpino e della sua identità. Un racconto di sapori unici, frutto irripetibile di una particolare localizzazione geografica, della qualità delle materie prime e di tecniche di produzione antiche. HeroEbike ha selezionato, Agriturismi e Rifugi Alpini che ti permetteranno di degustare tra le tante specialità solo quelle che hanno ottenuto la “Denominazione di Origine Protetta” WINE TOUR IN VDA La Strada dei Vini della Valle d’Aosta è un percorso che permette di scoprire la ricchezza di questo territorio di montagna, dei suoi eroici viticoltori, e della passione che cresce sulle Alpi. Il miglior modo per visitare le cantine della Valle D’Aosta è farlo attraverso delle biciclette ecologiche, potrai visitare castelli, oppure ammirarli semplicemente passando, vogliamo incentivare l’uso delle bicicletta elettrica come mezzo di trasporto intelligente, innovativo e divertente. Lasciandoti estrema libertà di gestire spazi e tempi utilizzando facilmente un sistema GPS integrato sul manubrio, impossibile perdersi!
8
現地メンバーのおすすめ
Aosta
8
現地メンバーのおすすめ
TOUR IN E-BIKE IN VALLE D’AOSTA FOOD TOUR IN VDA Scopri i sapori della Valle D’Aosta attraverso i percorsi da selezionati accuratamente, sapori unici, con un passato e una storia da raccontare. I prodotti tipici della Valle d’Aosta raccontano, attraverso il gusto, la storia di un territorio alpino e della sua identità. Un racconto di sapori unici, frutto irripetibile di una particolare localizzazione geografica, della qualità delle materie prime e di tecniche di produzione antiche. HeroEbike ha selezionato, Agriturismi e Rifugi Alpini che ti permetteranno di degustare tra le tante specialità solo quelle che hanno ottenuto la “Denominazione di Origine Protetta” WINE TOUR IN VDA La Strada dei Vini della Valle d’Aosta è un percorso che permette di scoprire la ricchezza di questo territorio di montagna, dei suoi eroici viticoltori, e della passione che cresce sulle Alpi. Il miglior modo per visitare le cantine della Valle D’Aosta è farlo attraverso delle biciclette ecologiche, potrai visitare castelli, oppure ammirarli semplicemente passando, vogliamo incentivare l’uso delle bicicletta elettrica come mezzo di trasporto intelligente, innovativo e divertente. Lasciandoti estrema libertà di gestire spazi e tempi utilizzando facilmente un sistema GPS integrato sul manubrio, impossibile perdersi!
Offerta gastronomica in Valle d'Aosta
Consigli, su alcuni locali dove poter mangiare nei dintorni di La petite maison d'Erika, raggiungendoli a piedi oppure in auto, oppure se preferisci in Aosta centro storico o periferia. Abbiamo anche pensato a Te, quando sei a sciare o in montagna, nella bellissima Valle d'Aosta.
La trattoria è situata nel centro storico di Aosta, si presenta come una realtà calda ed accogliente, propone un menù tipico della Valle d’Aosta e ricette tradizionali italiane.
Aldente
34 Via Croix de Ville
La trattoria è situata nel centro storico di Aosta, si presenta come una realtà calda ed accogliente, propone un menù tipico della Valle d’Aosta e ricette tradizionali italiane.
Ristorante orientale che offre tre tipi di cucina, cinese, giapponese e thailandese. Si trova nel pieno centro di Aosta e dispone di 130 coperti. Specializzato nella preparazione e lavorazione dei sushi ha un vasto menù che soddisfa i palati più esigenti, in un ambiente caldo nei colori ed accogliente.
Oriental Bambu' Sushi-Bar
10 Viale Conseil Des Commis
Ristorante orientale che offre tre tipi di cucina, cinese, giapponese e thailandese. Si trova nel pieno centro di Aosta e dispone di 130 coperti. Specializzato nella preparazione e lavorazione dei sushi ha un vasto menù che soddisfa i palati più esigenti, in un ambiente caldo nei colori ed accogliente.
Ristorante-Pizzeria situato nel centro storico di Aosta a due passi dal Museo Archeologico e dalla zona pedonale.
Grotta Azzurra
Ristorante-Pizzeria situato nel centro storico di Aosta a due passi dal Museo Archeologico e dalla zona pedonale.
Sito nel centro di Aosta il locale è riconosciuto in città per il pesce e per la professionalità dello staff. In un’atmosfera familiare ed accogliente vengono serviti piatti della cucina nazionale ed anche una piacevole pizza, quando si entra nel locale spicca subito una barca usata per esporre i pesci di giornata ed alcuni antipasti. SPECIALITA' Antipasti di pesce (cozze, insalata di mare, cocktail di gamberi…) Pesce alla griglia ed al forno (branzini, orate rombi ecc…) Primi piatti: scialatelli all’astice, spaghetti alle vongole o ai frutti di mare.
Les Gourmets
73 Via B. Festaz
Sito nel centro di Aosta il locale è riconosciuto in città per il pesce e per la professionalità dello staff. In un’atmosfera familiare ed accogliente vengono serviti piatti della cucina nazionale ed anche una piacevole pizza, quando si entra nel locale spicca subito una barca usata per esporre i pesci di giornata ed alcuni antipasti. SPECIALITA' Antipasti di pesce (cozze, insalata di mare, cocktail di gamberi…) Pesce alla griglia ed al forno (branzini, orate rombi ecc…) Primi piatti: scialatelli all’astice, spaghetti alle vongole o ai frutti di mare.
Mangerai una delle migliori pizze della zona. Dehors estivo SPECIALITA': Oltre 90 tipi di pizze Ottima pizzeria, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika, direzione Jovencan - Aymavilles. Facile da raggiungere a piedi o in auto. A Gestione famigliare , molto frequentata da locali, residenti della Valle d'Aosta e da turisti. Sonia è il capo e l'anima del locale. Sicuramente, la riconoscerete. E' lei il capo. Sia in inverno che in estate con l'aiuto del dehors, i tavolini sono molti e sempre occupati dai clienti. Volendo se vai in orario di apertura, puoi anche ordinare delle pizze da Asporto.
Pizzeria Avalon
Mangerai una delle migliori pizze della zona. Dehors estivo SPECIALITA': Oltre 90 tipi di pizze Ottima pizzeria, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika, direzione Jovencan - Aymavilles. Facile da raggiungere a piedi o in auto. A Gestione famigliare , molto frequentata da locali, residenti della Valle d'Aosta e da turisti. Sonia è il capo e l'anima del locale. Sicuramente, la riconoscerete. E' lei il capo. Sia in inverno che in estate con l'aiuto del dehors, i tavolini sono molti e sempre occupati dai clienti. Volendo se vai in orario di apertura, puoi anche ordinare delle pizze da Asporto.
Oltre alla cucina valdostana, il locale propone anche cucina classica ed è pizzeria. Mangerai una delle migliori pizze della zona. SPECIALITA': Pizza e paste fatte in casa
Du Tunnel
80 Via Circonvallazione
Oltre alla cucina valdostana, il locale propone anche cucina classica ed è pizzeria. Mangerai una delle migliori pizze della zona. SPECIALITA': Pizza e paste fatte in casa
Ve lo consiglio sia d'inverno , come ottima pausa pranzo sugli sci, oppure per una bellissima cena , con trasporto sul Gatto delle Nevi. Oppure, d'estate raggiungendolo a piedi o in bike.
Société Anonyme de Consommation
Ve lo consiglio sia d'inverno , come ottima pausa pranzo sugli sci, oppure per una bellissima cena , con trasporto sul Gatto delle Nevi. Oppure, d'estate raggiungendolo a piedi o in bike.
Ottimo ristoranti, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika. Si trova a fianco della farmacia di Gressan. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una simpatica famiglia Toscana, che vive in Valle d'Aosta, da molti anni. La mamma e la figlia, sono l'anima del locale. Sicuramente, ne rimarrete affascinati. In inverno i tavolini interni non sono molti, d'estate il dehors sotto il pergolato avvolto dalle piante, permette di accogliere più ospiti.
Taverna di Gargantua
Ottimo ristoranti, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika. Si trova a fianco della farmacia di Gressan. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una simpatica famiglia Toscana, che vive in Valle d'Aosta, da molti anni. La mamma e la figlia, sono l'anima del locale. Sicuramente, ne rimarrete affascinati. In inverno i tavolini interni non sono molti, d'estate il dehors sotto il pergolato avvolto dalle piante, permette di accogliere più ospiti.
Bar Ristornate che nel fine settimana o nelle feste apre anche la discoteca sottostante. Si trova a circa 650 mt da La petite maison d'Erika. Proprio a fianco del Municipio di Gressan. Vicino alla farmacia di Gressan e di fronte alla scuola elementare. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una famiglia storica , che vive a Gressan, da molti anni. Il bar , potrebbe essere paragonato alla piazza del paese. A qualsiasi ora, quando è aperto, trovate clienti di tutte le età.
Pezzoli
6 Frazione Pilet
Bar Ristornate che nel fine settimana o nelle feste apre anche la discoteca sottostante. Si trova a circa 650 mt da La petite maison d'Erika. Proprio a fianco del Municipio di Gressan. Vicino alla farmacia di Gressan e di fronte alla scuola elementare. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una famiglia storica , che vive a Gressan, da molti anni. Il bar , potrebbe essere paragonato alla piazza del paese. A qualsiasi ora, quando è aperto, trovate clienti di tutte le età.
Visite turistiche in Valle d'Aosta
Il parco e la sua storia Il Parco nazionale Gran Paradiso si estende su 70.000 ettari di territorio d'alta montagna, tra gli 800 metri di fondovalle e i 4.061 metri del Gran Paradiso. In Valle d'Aosta, il Parco nazionale Gran Paradiso ha tre centri visitatori, a Cogne, Valsavarenche e Rhêmes-Notre-Dame. I centri visitatori permettono di approfondire in ogni stagione i vari aspetti naturalistici dell'area protetta. Da non perdere, a Cogne, il giardino alpino Paradisia, soprattutto a luglio, quando molte delle oltre 1.000 specie del giardino sono in piena fioritura. La storia del Parco nazionale Gran Paradiso è legata alla protezione dello stambecco. Nel 1856, infatti, il re Vittorio Emanuele II dichiarò queste montagne riserva reale di caccia e salvò così lo stambecco dall'estinzione. Il re creò anche un corpo di guardie specializzate e fece costruire una rete viaria per la protezione della fauna e per le escursioni. Nel 1920, Vittorio Emanuele III donò la riserva allo Stato italiano perché ne facesse un parco. Il Parco nazionale Gran Paradiso fu effettivamente istituito nel 1922. Gli animali È difficile fare un'escursione nel Parco nazionale Gran Paradiso senza avvistarne gli animali, spesso anche da vicino. Lo stambecco, simbolo del parco, è piuttosto confidente e si incontra facilmente al pascolo. I maschi, riconoscibili dalle lunghe corna ricurve, vivono in piccoli gruppi, mentre le femmine, dalle corna più corte, restano con i piccoli. Anche il camoscio è comune, ma assai più schivo e difficile da osservare. Altro protagonista del parco è la marmotta, simpatico roditore che scava lunghe gallerie per sfuggire ai pericoli e preparare il letargo invernale. Tra gli uccelli sono rappresentati i rapaci, come l'aquila reale, e molti piccoli passeriformi. Acquisizioni più recenti del parco sono il gipeto, grande avvoltoio scomparso nel 1912 e tornato sulle Alpi per un progetto internazionale, e la lince, splendido, piccolo predatore. La flora Nei boschi di fondovalle si trovano larici, abeti rossi, pini cembri e abeti bianchi. Salendo, gli alberi sono sostituiti prima dai pascoli alpini, ricchi di fiori in primavera, poi da rocce e ghiacciai. Tra i fiori rari del Parco nazionale Gran Paradiso ricordiamo: la Potentilla pensylvanica, che cresce nei prati aridi sopra i 1.300 metri; l'Astragalus alopecurus, che si trova solo in Valle d'Aosta; l'Aethionema thomasianum; la Linnaea borealis, un relitto glaciale che ha trovato rifugio nei boschi di conifere; la Paradisea liliastrum, un giglio bianco da cui prende il nome il giardino alpino Paradisia di Cogne.
35
現地メンバーのおすすめ
Parco Nazionale Gran Paradiso
35
現地メンバーのおすすめ
Il parco e la sua storia Il Parco nazionale Gran Paradiso si estende su 70.000 ettari di territorio d'alta montagna, tra gli 800 metri di fondovalle e i 4.061 metri del Gran Paradiso. In Valle d'Aosta, il Parco nazionale Gran Paradiso ha tre centri visitatori, a Cogne, Valsavarenche e Rhêmes-Notre-Dame. I centri visitatori permettono di approfondire in ogni stagione i vari aspetti naturalistici dell'area protetta. Da non perdere, a Cogne, il giardino alpino Paradisia, soprattutto a luglio, quando molte delle oltre 1.000 specie del giardino sono in piena fioritura. La storia del Parco nazionale Gran Paradiso è legata alla protezione dello stambecco. Nel 1856, infatti, il re Vittorio Emanuele II dichiarò queste montagne riserva reale di caccia e salvò così lo stambecco dall'estinzione. Il re creò anche un corpo di guardie specializzate e fece costruire una rete viaria per la protezione della fauna e per le escursioni. Nel 1920, Vittorio Emanuele III donò la riserva allo Stato italiano perché ne facesse un parco. Il Parco nazionale Gran Paradiso fu effettivamente istituito nel 1922. Gli animali È difficile fare un'escursione nel Parco nazionale Gran Paradiso senza avvistarne gli animali, spesso anche da vicino. Lo stambecco, simbolo del parco, è piuttosto confidente e si incontra facilmente al pascolo. I maschi, riconoscibili dalle lunghe corna ricurve, vivono in piccoli gruppi, mentre le femmine, dalle corna più corte, restano con i piccoli. Anche il camoscio è comune, ma assai più schivo e difficile da osservare. Altro protagonista del parco è la marmotta, simpatico roditore che scava lunghe gallerie per sfuggire ai pericoli e preparare il letargo invernale. Tra gli uccelli sono rappresentati i rapaci, come l'aquila reale, e molti piccoli passeriformi. Acquisizioni più recenti del parco sono il gipeto, grande avvoltoio scomparso nel 1912 e tornato sulle Alpi per un progetto internazionale, e la lince, splendido, piccolo predatore. La flora Nei boschi di fondovalle si trovano larici, abeti rossi, pini cembri e abeti bianchi. Salendo, gli alberi sono sostituiti prima dai pascoli alpini, ricchi di fiori in primavera, poi da rocce e ghiacciai. Tra i fiori rari del Parco nazionale Gran Paradiso ricordiamo: la Potentilla pensylvanica, che cresce nei prati aridi sopra i 1.300 metri; l'Astragalus alopecurus, che si trova solo in Valle d'Aosta; l'Aethionema thomasianum; la Linnaea borealis, un relitto glaciale che ha trovato rifugio nei boschi di conifere; la Paradisea liliastrum, un giglio bianco da cui prende il nome il giardino alpino Paradisia di Cogne.
Un viaggio nel tempo dentro la miniera di Cogne Emozionante visita di mezza giornata accompagnati da una guida abilitata all’interno della miniera di magnetite di Cogne con ingresso dal sito minerario di Costa del Pino (2.030 m). La miniera di magnetite di Cogne (tra le più alte d’Europa), con un susseguirsi di oltre 100 km di gallerie e impianti originali tutti da scoprire, riporta i visitatori sulle tracce di generazioni di minatori e offre un panorama mozzafiato dal Monte Bianco al Gran Paradiso. Con una panoramica passeggiata da Cogne si arriva a Costa del Pino e si viene avvolti da una magica atmosfera: i vecchi edifici, il panorama, gli utensili, le sale così come le hanno lasciate i minatori e lo sferragliare del treno che porterà i visitatori lungo la galleria di carreggio, rendono la visita un’esperienza che riporta indietro nei secoli. Si sale su un trenino d’epoca con carrelli a rimorchio e si parte per un emozionante viaggio nella montagna, nella miniera, nella storia. Informazioni: Da maggio ad ottobre, visite giornaliere (tranne il lunedì) con prenotazione obbligatoria e con guida abilitata (possibilità di organizzare gruppi ad hoc). Ritrovo ore 13.30 a Costa del Pino (le visite partono puntuali e durano circa 2 ore). Il sito minerario è raggiungibile con un’escursione di circa un’ora e 45 minuti con un dislivello di 330 metri, attraverso il percorso interpoderale (partenza dal Villaggio Minatori o da Cogne con possibilità di lasciare l’auto). La temperatura in miniera è di 7 gradi con umidita al 95% e correnti d’aria fredde, si raccomanda abbigliamento pesante e scarpe da trekking (giacca a vento, cappellino e pantaloni lunghi; si suggerisce il cambio della maglietta da indossare dopo la salita a piedi e prima dell’ingresso in miniera). Nella miniera si accede con trenino (15 min. circa a tratta). I minori devono essere accompagnati (l’ingresso in miniera è consentito ai bambini dai 6 anni). Il percorso minerario non è accessibile ai cani ed è vietato fumare. Prenotazione obbligatoria presso il Consorzio Operatori Turistici o la Coop. Mines de Cogne. La visita è confermata con un minimo di 10 persone. CONTATTI Consorzio Operatori Turistici Valle di Cogne P.zza E. Chanoux 11012 COGNE (AO) Telefono: (+39) 0165 74835 E-mail: info@cogneturismo.it Internet: www.cogneturismo.it Coop. Mines de Cogne Rue Sonveulla 11012 COGNE (AO) Telefono: (+39) 0165 749665 - 339 3360670 E-mail: info@minesdecogne.com Internet: https://www.facebook.com/minieradicogne/
Miniere Cogne
Un viaggio nel tempo dentro la miniera di Cogne Emozionante visita di mezza giornata accompagnati da una guida abilitata all’interno della miniera di magnetite di Cogne con ingresso dal sito minerario di Costa del Pino (2.030 m). La miniera di magnetite di Cogne (tra le più alte d’Europa), con un susseguirsi di oltre 100 km di gallerie e impianti originali tutti da scoprire, riporta i visitatori sulle tracce di generazioni di minatori e offre un panorama mozzafiato dal Monte Bianco al Gran Paradiso. Con una panoramica passeggiata da Cogne si arriva a Costa del Pino e si viene avvolti da una magica atmosfera: i vecchi edifici, il panorama, gli utensili, le sale così come le hanno lasciate i minatori e lo sferragliare del treno che porterà i visitatori lungo la galleria di carreggio, rendono la visita un’esperienza che riporta indietro nei secoli. Si sale su un trenino d’epoca con carrelli a rimorchio e si parte per un emozionante viaggio nella montagna, nella miniera, nella storia. Informazioni: Da maggio ad ottobre, visite giornaliere (tranne il lunedì) con prenotazione obbligatoria e con guida abilitata (possibilità di organizzare gruppi ad hoc). Ritrovo ore 13.30 a Costa del Pino (le visite partono puntuali e durano circa 2 ore). Il sito minerario è raggiungibile con un’escursione di circa un’ora e 45 minuti con un dislivello di 330 metri, attraverso il percorso interpoderale (partenza dal Villaggio Minatori o da Cogne con possibilità di lasciare l’auto). La temperatura in miniera è di 7 gradi con umidita al 95% e correnti d’aria fredde, si raccomanda abbigliamento pesante e scarpe da trekking (giacca a vento, cappellino e pantaloni lunghi; si suggerisce il cambio della maglietta da indossare dopo la salita a piedi e prima dell’ingresso in miniera). Nella miniera si accede con trenino (15 min. circa a tratta). I minori devono essere accompagnati (l’ingresso in miniera è consentito ai bambini dai 6 anni). Il percorso minerario non è accessibile ai cani ed è vietato fumare. Prenotazione obbligatoria presso il Consorzio Operatori Turistici o la Coop. Mines de Cogne. La visita è confermata con un minimo di 10 persone. CONTATTI Consorzio Operatori Turistici Valle di Cogne P.zza E. Chanoux 11012 COGNE (AO) Telefono: (+39) 0165 74835 E-mail: info@cogneturismo.it Internet: www.cogneturismo.it Coop. Mines de Cogne Rue Sonveulla 11012 COGNE (AO) Telefono: (+39) 0165 749665 - 339 3360670 E-mail: info@minesdecogne.com Internet: https://www.facebook.com/minieradicogne/
Parco faunistico "Parc Animalier" Animali, piante e fiori tutti da vivere, nel Parc Animalier d’Introd i veri protagonisti sono loro… Al visitatore non resta che passeggiare, osservare e… avvistare naturalmente! Il Parc Animalier è dedicato a chi vuole vivere l’habitat montano con i suoi ecosistemi a confronto e in poco tempo. Le famiglie sono i fruitori ideali del Parco, che si propone di rispettare e preservare animali tipici dell’arco alpino come lo stambecco, il camoscio, la marmotta vari specie di rapaci e una flora multicolore. I cani, anche se non possono passeggiare liberi nel Parco, sono graditi ospiti in appositi spazi a loro dedicati. CONTATTI Parc Animalier Loc. Villes Dessus 11010 INTROD (AO) Telefono: (+39) 0165.95982 - (+39) 334.7955000 - (+39) 0165.95557 Fax: (+39)0165.95982 E-mail: info@parc-animalier-introd.it Internet: www.parc-animalier-introd.it
36
現地メンバーのおすすめ
Parc Animalier d'Introd
36
現地メンバーのおすすめ
Parco faunistico "Parc Animalier" Animali, piante e fiori tutti da vivere, nel Parc Animalier d’Introd i veri protagonisti sono loro… Al visitatore non resta che passeggiare, osservare e… avvistare naturalmente! Il Parc Animalier è dedicato a chi vuole vivere l’habitat montano con i suoi ecosistemi a confronto e in poco tempo. Le famiglie sono i fruitori ideali del Parco, che si propone di rispettare e preservare animali tipici dell’arco alpino come lo stambecco, il camoscio, la marmotta vari specie di rapaci e una flora multicolore. I cani, anche se non possono passeggiare liberi nel Parco, sono graditi ospiti in appositi spazi a loro dedicati. CONTATTI Parc Animalier Loc. Villes Dessus 11010 INTROD (AO) Telefono: (+39) 0165.95982 - (+39) 334.7955000 - (+39) 0165.95557 Fax: (+39)0165.95982 E-mail: info@parc-animalier-introd.it Internet: www.parc-animalier-introd.it
Castello Sarriod de La Tour L’esistenza della nobile famiglia Sarriod, legata politicamente ma non da vincoli di parentela ai signori di Bard, è attestata fin dal XII secolo. Rimangono comunque oscure le origini del castello, situato a Saint-Pierre in una zona pianeggiante a poca distanza dalla strada statale. L’impianto più antico comprendeva la cappella e la torre centrale a pianta quadrata (donjon) circondata da una cinta muraria, configurazione tipica dei castelli valdostani risalenti al X-XII secolo. Nel 1420 Jean Sarriod fece costruire, dove già esisteva la torre denominata fin dal XIV secolo “turris Sariodorum”, un vero e proprio castello con funzioni di rappresentanza mediante l’aggiunta di una serie di corpi al donjon preesistente. A questo intervento risalgono la realizzazione della scala a chiocciola della torre (viret) e l’inserimento delle finestre crociate in pietra da taglio caratteristiche del Quattrocento valdostano. Nel 1478 il figlio di Jean, Antoine Sarriod de la Tour, trasformò la cappella intitolata alla Vergine e a San Giovanni Evangelista, occasione in cui furono realizzati gli affreschi esterni con la Crocifissione e San Cristoforo e fu elevato il piccolo campanile. Nell’ala nord, al piano terreno, si apre un vasto locale di servizio con copertura in legno; al primo piano è situata la cosiddetta ”sala delle teste”, che prende il nome dalla decorazione del soffitto ligneo. Nel tardo XV secolo la cinta muraria venne munita di torri difensive a pianta circolare e semicircolare e fu aperto sul lato orientale il nuovo ingresso al castello con portale a sesto acuto e archivolto scolpito recante lo stemma dei Sarriod. La discontinuità fra le quote di livello nei vari ambienti attesta i diversi interventi succedutisi nei secoli successivi. Nel XVI secolo sorse l’ala che oggi costituisce il prospetto orientale, la torre all’angolo nord risale al XVII secolo e alcuni frammenti di pitture murarie e un camino in stucco sono della prima metà del ‘700. Il castello rimase di proprietà dei Sarriod de la Tour fino al 1923 quindi passò alla famiglia Bensa di Genova. Dal 1970 appartiene alla Regione autonoma Valle d’Aosta. CONTATTI Castello Sarriod de La Tour 11010 SAINT PIERRE (AO) Telefono: (+39) 0165 904689
Castle Sarriod de La Tour
20-24 Rue du Petit Saint Bernard
Castello Sarriod de La Tour L’esistenza della nobile famiglia Sarriod, legata politicamente ma non da vincoli di parentela ai signori di Bard, è attestata fin dal XII secolo. Rimangono comunque oscure le origini del castello, situato a Saint-Pierre in una zona pianeggiante a poca distanza dalla strada statale. L’impianto più antico comprendeva la cappella e la torre centrale a pianta quadrata (donjon) circondata da una cinta muraria, configurazione tipica dei castelli valdostani risalenti al X-XII secolo. Nel 1420 Jean Sarriod fece costruire, dove già esisteva la torre denominata fin dal XIV secolo “turris Sariodorum”, un vero e proprio castello con funzioni di rappresentanza mediante l’aggiunta di una serie di corpi al donjon preesistente. A questo intervento risalgono la realizzazione della scala a chiocciola della torre (viret) e l’inserimento delle finestre crociate in pietra da taglio caratteristiche del Quattrocento valdostano. Nel 1478 il figlio di Jean, Antoine Sarriod de la Tour, trasformò la cappella intitolata alla Vergine e a San Giovanni Evangelista, occasione in cui furono realizzati gli affreschi esterni con la Crocifissione e San Cristoforo e fu elevato il piccolo campanile. Nell’ala nord, al piano terreno, si apre un vasto locale di servizio con copertura in legno; al primo piano è situata la cosiddetta ”sala delle teste”, che prende il nome dalla decorazione del soffitto ligneo. Nel tardo XV secolo la cinta muraria venne munita di torri difensive a pianta circolare e semicircolare e fu aperto sul lato orientale il nuovo ingresso al castello con portale a sesto acuto e archivolto scolpito recante lo stemma dei Sarriod. La discontinuità fra le quote di livello nei vari ambienti attesta i diversi interventi succedutisi nei secoli successivi. Nel XVI secolo sorse l’ala che oggi costituisce il prospetto orientale, la torre all’angolo nord risale al XVII secolo e alcuni frammenti di pitture murarie e un camino in stucco sono della prima metà del ‘700. Il castello rimase di proprietà dei Sarriod de la Tour fino al 1923 quindi passò alla famiglia Bensa di Genova. Dal 1970 appartiene alla Regione autonoma Valle d’Aosta. CONTATTI Castello Sarriod de La Tour 11010 SAINT PIERRE (AO) Telefono: (+39) 0165 904689
Aosta Roma delle Alpi e crocevia d’Europa Fondata dai Romani in una zona pianeggiante della valle centrale, Aosta sorge dove si incrociano le strade che conducono in Francia e in Svizzera, attraverso i trafori del Monte Bianco e del Gran San Bernardo e, in estate, anche attraverso i panoramici valichi alpini del Piccolo San Bernardo e del Gran San Bernardo. Sui passi della storia nel cuore delle Alpi Un tour all’insegna delle bellezze storiche e culturali di Aosta è già un buon motivo per visitare la città, ma sono numerose anche le occasioni per lo shopping, per gustare le specialità locali o per assistere ad eventi o attività organizzate. Oltre alle vie pedonali principali e alla centrale piazza Chanoux, salotto della città e abituale luogo di incontro, è bello scoprire itinerari inconsueti, attraverso i vicoli del centro storico, alla ricerca di scorci insoliti, tra antiche abitazioni, cortili, cappelle votive, meridiane, fontanili e lavatoi. Una curiosità: ad Aosta è ambientata la nota fiction poliziesca di Rai Due, ispirata ai romanzi di Antonio Manzini, che vede protagonista il vicequestore Rocco Schiavone, interpretato dall'attore Marco Giallini.
76
現地メンバーのおすすめ
Aosta
76
現地メンバーのおすすめ
Aosta Roma delle Alpi e crocevia d’Europa Fondata dai Romani in una zona pianeggiante della valle centrale, Aosta sorge dove si incrociano le strade che conducono in Francia e in Svizzera, attraverso i trafori del Monte Bianco e del Gran San Bernardo e, in estate, anche attraverso i panoramici valichi alpini del Piccolo San Bernardo e del Gran San Bernardo. Sui passi della storia nel cuore delle Alpi Un tour all’insegna delle bellezze storiche e culturali di Aosta è già un buon motivo per visitare la città, ma sono numerose anche le occasioni per lo shopping, per gustare le specialità locali o per assistere ad eventi o attività organizzate. Oltre alle vie pedonali principali e alla centrale piazza Chanoux, salotto della città e abituale luogo di incontro, è bello scoprire itinerari inconsueti, attraverso i vicoli del centro storico, alla ricerca di scorci insoliti, tra antiche abitazioni, cortili, cappelle votive, meridiane, fontanili e lavatoi. Una curiosità: ad Aosta è ambientata la nota fiction poliziesca di Rai Due, ispirata ai romanzi di Antonio Manzini, che vede protagonista il vicequestore Rocco Schiavone, interpretato dall'attore Marco Giallini.
Courmayeur La città di Courmayeur sorge ai piedi del Monte Bianco, a 1224 mt. di altitudine. Circondata dal bellissimo panorama montano, tra ghiacciai e boschi di larici e abeti, Courmayeur è una delle destinazioni turistiche più famose della Valle d’Aosta. La città è riuscita comunque a mantenere l’autentica atmosfera delle cittadine di montagna della regione, con i suoi negozietti di prodotti tipici e artigianato e le caratteristiche case con i tetti a spiovente. Tutto intorno, le valli della Dora della Val Veny e della Dora della Val Ferret, che confluiscono nella Dora Baltea. La rassicurante e imponente presenza del Monte Bianco, con i suoi 4810 mt, rendono Courmayeur una cittadina da fiaba, incastonata nella grande valle alle pendici di questo straordinario rilievo montuoso… assolutamente imperdibile la traversata del Monte Bianco, da fare in funivia, con una vista spettacolare sui ghiacciai, le vette innevate delle alpi e il bellissimo giardino botanico alpino Saussurea. La storia della città di Courmayeur La città di Courmayeur nasce in epoca romana, intorno al I secolo a.C., come area di estrazione di quarzo aurifero e come punto di passaggio verso la Francia. La testimonianza più importante circa l’esistenza della città in epoca romana è sicuramente una tomba a cremazione datata II secolo a.C. Nell’VIII secolo viene costruita la prima chiesa, collocata in Val Veny, nella piccola località di Purtud. Nei secoli successivi il crescente aumento della popolazione determina la nascita di nuovi villaggi attorno alla città. A partire dal 1032 anche Courmayeur viene interessata dalla politica dei Savoia, ed è in questo periodo che si affermano le principali casate nobiliari della città, quelle De La Tour e De Curia Majori. Circa tre secoli dopo, nel 1337, sempre sotto il governo dei Savoia, inizia l’attività estrattiva sul territorio, con la miniera di ferro in Val Ferret, il ferro veniva poi trasportato in Svizzera, ad Orsières, per la lavorazione. A partire dal XVII secolo Courmayeur inizia a diventare celebre come località termale, le proprietà delle acque delle sue sorgenti termali ferruginose sono infatti molto apprezzate, tanto da spingere la città a creare il primo hotel termale, Hotel Union, con ospitato nella Torre dei La Court.
Centro Storico di Courmayeur
Courmayeur La città di Courmayeur sorge ai piedi del Monte Bianco, a 1224 mt. di altitudine. Circondata dal bellissimo panorama montano, tra ghiacciai e boschi di larici e abeti, Courmayeur è una delle destinazioni turistiche più famose della Valle d’Aosta. La città è riuscita comunque a mantenere l’autentica atmosfera delle cittadine di montagna della regione, con i suoi negozietti di prodotti tipici e artigianato e le caratteristiche case con i tetti a spiovente. Tutto intorno, le valli della Dora della Val Veny e della Dora della Val Ferret, che confluiscono nella Dora Baltea. La rassicurante e imponente presenza del Monte Bianco, con i suoi 4810 mt, rendono Courmayeur una cittadina da fiaba, incastonata nella grande valle alle pendici di questo straordinario rilievo montuoso… assolutamente imperdibile la traversata del Monte Bianco, da fare in funivia, con una vista spettacolare sui ghiacciai, le vette innevate delle alpi e il bellissimo giardino botanico alpino Saussurea. La storia della città di Courmayeur La città di Courmayeur nasce in epoca romana, intorno al I secolo a.C., come area di estrazione di quarzo aurifero e come punto di passaggio verso la Francia. La testimonianza più importante circa l’esistenza della città in epoca romana è sicuramente una tomba a cremazione datata II secolo a.C. Nell’VIII secolo viene costruita la prima chiesa, collocata in Val Veny, nella piccola località di Purtud. Nei secoli successivi il crescente aumento della popolazione determina la nascita di nuovi villaggi attorno alla città. A partire dal 1032 anche Courmayeur viene interessata dalla politica dei Savoia, ed è in questo periodo che si affermano le principali casate nobiliari della città, quelle De La Tour e De Curia Majori. Circa tre secoli dopo, nel 1337, sempre sotto il governo dei Savoia, inizia l’attività estrattiva sul territorio, con la miniera di ferro in Val Ferret, il ferro veniva poi trasportato in Svizzera, ad Orsières, per la lavorazione. A partire dal XVII secolo Courmayeur inizia a diventare celebre come località termale, le proprietà delle acque delle sue sorgenti termali ferruginose sono infatti molto apprezzate, tanto da spingere la città a creare il primo hotel termale, Hotel Union, con ospitato nella Torre dei La Court.
Funivie del Monte Bianco: il sogno di avvicinare l’uomo alla montagna e al cielo Una costruzione che sfida le leggi della natura, dove lo sguardo dall’alto si perde. Un’idea che permette di allargare gli orizzonti e superare i confini. Tutto questo è Skyway Monte Bianco Skyway Monte Bianco è una meraviglia tecnologica e ingegneristica, un vero orgoglio tutto italiano. Nasce da una visione diversa e avveniristica rispetto alla tradizionale concezione di opere di questo genere: l’obiettivo infatti non era di rifare una funivia, ma di creare un’esperienza a 360° di ascesa verticale. L’impianto è stato inaugurato nel 2015 e oggi comprende 3 stazioni: Courmayeur/The Valley (1.300 m), Pavillon/The Mountain (2.173 m) e Punta Helbronner/The Sky (3.466 m).
22
現地メンバーのおすすめ
モンブラン
22
現地メンバーのおすすめ
Funivie del Monte Bianco: il sogno di avvicinare l’uomo alla montagna e al cielo Una costruzione che sfida le leggi della natura, dove lo sguardo dall’alto si perde. Un’idea che permette di allargare gli orizzonti e superare i confini. Tutto questo è Skyway Monte Bianco Skyway Monte Bianco è una meraviglia tecnologica e ingegneristica, un vero orgoglio tutto italiano. Nasce da una visione diversa e avveniristica rispetto alla tradizionale concezione di opere di questo genere: l’obiettivo infatti non era di rifare una funivia, ma di creare un’esperienza a 360° di ascesa verticale. L’impianto è stato inaugurato nel 2015 e oggi comprende 3 stazioni: Courmayeur/The Valley (1.300 m), Pavillon/The Mountain (2.173 m) e Punta Helbronner/The Sky (3.466 m).
Esperienze tra terra e cielo Sono tantissime le sensazioni a fil di cielo che la montagna sa regalare. Preparati ad assaporarle sulla tua pelle, grazie a Skyway Monte Bianco Le tre stazioni di Skyway Monte Bianco sono un vero “orgoglio italiano”. Dalla progettazione, alla costruzione, fino alla gestione e ai materiali utilizzati. Qui il made in Italy ha saputo trovare e valorizzare le sue eccellenze, incastonando questo gioiello sul tetto d’Europa. Ed è proprio qui, sul punto più alto d'Italia, che gli amanti della montagna possono trovare ciò che stavano cercando, grazie alle meraviglie che la natura ci ha regalato e ad esperienze imperdibili che ne esaltano forme, colori e gusto.
45
現地メンバーのおすすめ
Skyway Monte Bianco
22 Frazione la Palud
45
現地メンバーのおすすめ
Esperienze tra terra e cielo Sono tantissime le sensazioni a fil di cielo che la montagna sa regalare. Preparati ad assaporarle sulla tua pelle, grazie a Skyway Monte Bianco Le tre stazioni di Skyway Monte Bianco sono un vero “orgoglio italiano”. Dalla progettazione, alla costruzione, fino alla gestione e ai materiali utilizzati. Qui il made in Italy ha saputo trovare e valorizzare le sue eccellenze, incastonando questo gioiello sul tetto d’Europa. Ed è proprio qui, sul punto più alto d'Italia, che gli amanti della montagna possono trovare ciò che stavano cercando, grazie alle meraviglie che la natura ci ha regalato e ad esperienze imperdibili che ne esaltano forme, colori e gusto.
Natura, sport e Area verde con accesso alla pista Ciclabile vicina a La petite maison d'Erika
Se ami la matura o lo sport, a circa 1 km da la petite maison d'Erika, potrai divertirti con, alcune proposte sottostanti.
Il centro sportivo comunale è composto dall’area verde, dal campo da calcio, dal bocciodromo intercomunale e dai campi coperti di palet. L’area verde, destinata alla pratica dei giochi tradizionali, ha una superficie di 38.959 mq. ed è circondata da un anello di 1.028 metri di pista ciclabile che funge anche da percorso salute (4 pannelli esplicativi). Area giochi per bambini. Due fontanili e varie panchine completano la struttura. L’accesso è libero ma è parzialmente limitato durante alcuni periodi per permettere gli allenamenti o le gare degli sport tradizionali (come da regolamento esposto). Il campo da calcio è di proprietà comunale ma è gestito dalla società sportiva Aygreville. Tutta la zona è collegata con il centro sportivo Montfleury del Comune di Aosta mediante una passerella ciclopedonale sul fiume Dora Baltea ed è servita da due parcheggi. Illuminazione notturna.
Gressan Green Area
2 Frazione Les Iles
Il centro sportivo comunale è composto dall’area verde, dal campo da calcio, dal bocciodromo intercomunale e dai campi coperti di palet. L’area verde, destinata alla pratica dei giochi tradizionali, ha una superficie di 38.959 mq. ed è circondata da un anello di 1.028 metri di pista ciclabile che funge anche da percorso salute (4 pannelli esplicativi). Area giochi per bambini. Due fontanili e varie panchine completano la struttura. L’accesso è libero ma è parzialmente limitato durante alcuni periodi per permettere gli allenamenti o le gare degli sport tradizionali (come da regolamento esposto). Il campo da calcio è di proprietà comunale ma è gestito dalla società sportiva Aygreville. Tutta la zona è collegata con il centro sportivo Montfleury del Comune di Aosta mediante una passerella ciclopedonale sul fiume Dora Baltea ed è servita da due parcheggi. Illuminazione notturna.
Volendo andare in bici o a piedi , passando dall'area verde si può raggiungere in pochi minuti. Diversamente per raggiungerla, si possono utilizzare i mezzi pubblici o l'auto dirigendosi verso Aosta. La piscina scoperta e quella coperta, sono aperte a turno in base alla stagione di competenza e si trovano una a fianco all'altra. Nuoto e Piscine Dove nuotare in Valle d’Aosta: piscine coperte e scoperte I limpidi corsi d’acqua della Valle d’Aosta si prestano ad emozionanti attività sportive, come il rafting o l’hydrospeed, ma sicuramente non risultano adatti al nuoto; anche i numerosi laghi alpini, spesso meta di splendide escursioni, non sono classificati come balneabili. Per nuotare e, magari, rilassarsi dopo una giornata sugli sci, sono disponibili diverse piscine pubbliche coperte; alcune di queste offrono anche vasche riscaldate (particolarmente adatte ai bambini) o strutture per la sauna ed il bagno turco. A tali impianti si aggiungono alcune piscine appartenenti a strutture sportive private, spesso alberghi, aperte al pubblico e frequentemente collegate a veri e propri centri benessere. In estate, è possibile distendersi al sole a bordo vasca presso diverse piscine scoperte, immerse nel verde e talora corredate da attrezzature per altre discipline sportive o per lo svago dei più piccoli.
Indoor and Outdoor Regisport Management
Volendo andare in bici o a piedi , passando dall'area verde si può raggiungere in pochi minuti. Diversamente per raggiungerla, si possono utilizzare i mezzi pubblici o l'auto dirigendosi verso Aosta. La piscina scoperta e quella coperta, sono aperte a turno in base alla stagione di competenza e si trovano una a fianco all'altra. Nuoto e Piscine Dove nuotare in Valle d’Aosta: piscine coperte e scoperte I limpidi corsi d’acqua della Valle d’Aosta si prestano ad emozionanti attività sportive, come il rafting o l’hydrospeed, ma sicuramente non risultano adatti al nuoto; anche i numerosi laghi alpini, spesso meta di splendide escursioni, non sono classificati come balneabili. Per nuotare e, magari, rilassarsi dopo una giornata sugli sci, sono disponibili diverse piscine pubbliche coperte; alcune di queste offrono anche vasche riscaldate (particolarmente adatte ai bambini) o strutture per la sauna ed il bagno turco. A tali impianti si aggiungono alcune piscine appartenenti a strutture sportive private, spesso alberghi, aperte al pubblico e frequentemente collegate a veri e propri centri benessere. In estate, è possibile distendersi al sole a bordo vasca presso diverse piscine scoperte, immerse nel verde e talora corredate da attrezzature per altre discipline sportive o per lo svago dei più piccoli.
Volendo andare in bici o a piedi , passando dall'area verde si può raggiungere in pochi minuti. Diversamente per raggiungerlo, si possono utilizzare i mezzi pubblici o l'auto dirigendosi verso Aosta. Il Palaghiaccio, si trova nella stessa zona della piscina scoperta e coperta. Il palaghiaccio di Aosta è provvisto di una pista omologata con ghiaccio artificiale, capienza 1136 persone. Si tratta di una struttura coperta provvista di una pista di metri 60 X 30. L’impianto può ospitare gli incontri di hockey e le gare di short track e pattinaggio artistico. La patinoire è dotata di tribune capaci di contenere circa 1000 spettatori. All’interno del palazzetto si può usufruire del bar, pizzeria, ristorante, con vista sulla pista di ghiaccio. Orario di apertura al pubblico mercoledì 17.00-18.30, venerdì 21.30-23.00 sabato 16.30-18.00 / 21.00-23.00 domenica 15.30-18.00 . Orario festività natalizie: tutti i giorni 16.00-18.00 / 21.00-23.00 Gli orari potrebbero subire delle variazioni in occasione di gare di pattinaggio o partite di hockey. Si prega di verificarli sul sito artoniceaosta nella sezione planning pista. CONTATTI Palaghiaccio Corso Lancieri di Aosta 47 11100 AOSTA (AO) Telefono: +39 0165 41566 E-mail: segreteria@artoniceaosta.it Internet: www.artoniceaosta.it
Palaghiaccio di Aosta - ART ON ICE AOSTA. Vedere sul sito gli orari dettagliati.
Volendo andare in bici o a piedi , passando dall'area verde si può raggiungere in pochi minuti. Diversamente per raggiungerlo, si possono utilizzare i mezzi pubblici o l'auto dirigendosi verso Aosta. Il Palaghiaccio, si trova nella stessa zona della piscina scoperta e coperta. Il palaghiaccio di Aosta è provvisto di una pista omologata con ghiaccio artificiale, capienza 1136 persone. Si tratta di una struttura coperta provvista di una pista di metri 60 X 30. L’impianto può ospitare gli incontri di hockey e le gare di short track e pattinaggio artistico. La patinoire è dotata di tribune capaci di contenere circa 1000 spettatori. All’interno del palazzetto si può usufruire del bar, pizzeria, ristorante, con vista sulla pista di ghiaccio. Orario di apertura al pubblico mercoledì 17.00-18.30, venerdì 21.30-23.00 sabato 16.30-18.00 / 21.00-23.00 domenica 15.30-18.00 . Orario festività natalizie: tutti i giorni 16.00-18.00 / 21.00-23.00 Gli orari potrebbero subire delle variazioni in occasione di gare di pattinaggio o partite di hockey. Si prega di verificarli sul sito artoniceaosta nella sezione planning pista. CONTATTI Palaghiaccio Corso Lancieri di Aosta 47 11100 AOSTA (AO) Telefono: +39 0165 41566 E-mail: segreteria@artoniceaosta.it Internet: www.artoniceaosta.it
HORSE's HEAVEN VDA Per provare l'esperienza di una piacevole passeggiata a cavallo, Horse's Heaven Vda vi offre sia brevi escursioni nella splendida natura del comune di Gressan sia percorsi più lunghi della durata di 2 giorni. Per i più piccini propongono corsi di equitazione classica e giornate intere a cavallo. Link al sito: http://www.horsesvda.it/
GRESSAN
4 Frazione Taxel
HORSE's HEAVEN VDA Per provare l'esperienza di una piacevole passeggiata a cavallo, Horse's Heaven Vda vi offre sia brevi escursioni nella splendida natura del comune di Gressan sia percorsi più lunghi della durata di 2 giorni. Per i più piccini propongono corsi di equitazione classica e giornate intere a cavallo. Link al sito: http://www.horsesvda.it/
Attività e negozi utili , nei d'intorni di La petite maison d'Erika
nel raggio di 700 mt da La petite maison d'Erika, si trovano tutti i servizi o le attività, di prima necessità. Farmacia, alimentari, ristoranti, bar, tabacchi ... Consigli, su alcuni locali dove poter mangiare nei dintorni di La petite maison d'Erika, raggiungendoli a piedi oppure in auto.
Potrai raggiungerla a piedi oppure in auto. Si trova in direzione Aosta a circa 550 mt. da La petite maison d'Erika.
Farmacia di Gressan
1 Frazione Chez le Ru
Potrai raggiungerla a piedi oppure in auto. Si trova in direzione Aosta a circa 550 mt. da La petite maison d'Erika.
Bar Ristornate che nel fine settimana o nelle feste apre anche la discoteca sottostante. Si trova a circa 650 mt da La petite maison d'Erika. Proprio a fianco del Municipio di Gressan. Vicino alla farmacia di Gressan e di fronte alla scuola elementare. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una famiglia storica , che vive a Gressan, da molti anni. Il bar , potrebbe essere paragonato alla piazza del paese. A qualsiasi ora, quando è aperto, trovate clienti di tutte le età.
Pezzoli
6 Frazione Pilet
Bar Ristornate che nel fine settimana o nelle feste apre anche la discoteca sottostante. Si trova a circa 650 mt da La petite maison d'Erika. Proprio a fianco del Municipio di Gressan. Vicino alla farmacia di Gressan e di fronte alla scuola elementare. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una famiglia storica , che vive a Gressan, da molti anni. Il bar , potrebbe essere paragonato alla piazza del paese. A qualsiasi ora, quando è aperto, trovate clienti di tutte le età.
Mangerai una delle migliori pizze della zona. Dehors estivo SPECIALITA': Oltre 90 tipi di pizze Ottima pizzeria, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika, direzione Jovencan - Aymavilles. Facile da raggiungere a piedi o in auto. A Gestione famigliare , molto frequentata da locali, residenti della Valle d'Aosta e da turisti. Sonia è il capo e l'anima del locale. Sicuramente, la riconoscerete. E' lei il capo. Sia in inverno che in estate con l'aiuto del dehors, i tavolini sono molti e sempre occupati dai clienti. Volendo se vai in orario di apertura, puoi anche ordinare delle pizze da Asporto.
Pizzeria Avalon
Mangerai una delle migliori pizze della zona. Dehors estivo SPECIALITA': Oltre 90 tipi di pizze Ottima pizzeria, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika, direzione Jovencan - Aymavilles. Facile da raggiungere a piedi o in auto. A Gestione famigliare , molto frequentata da locali, residenti della Valle d'Aosta e da turisti. Sonia è il capo e l'anima del locale. Sicuramente, la riconoscerete. E' lei il capo. Sia in inverno che in estate con l'aiuto del dehors, i tavolini sono molti e sempre occupati dai clienti. Volendo se vai in orario di apertura, puoi anche ordinare delle pizze da Asporto.
Ottimo ristorante, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika. Si trova a fianco della farmacia di Gressan. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una simpatica famiglia Toscana, che vive in Valle d'Aosta, da molti anni. La mamma e la figlia, sono l'anima del locale. Sicuramente, ne rimarrete affascinati. In inverno i tavolini interni non sono molti, d'estate il dehors sotto il pergolato avvolto dalle piante, permette di accogliere più ospiti.
Taverna di Gargantua
Ottimo ristorante, a circa 600 mt da La petite maison d'Erika. Si trova a fianco della farmacia di Gressan. Facile da raggiungere a piedi o in auto. Gestito da una simpatica famiglia Toscana, che vive in Valle d'Aosta, da molti anni. La mamma e la figlia, sono l'anima del locale. Sicuramente, ne rimarrete affascinati. In inverno i tavolini interni non sono molti, d'estate il dehors sotto il pergolato avvolto dalle piante, permette di accogliere più ospiti.
La Gabella
44 Hameau Le Clou
Escursioni in montagna
A pochi metri da La petite maison d'Erika, abita una Guida Alpina del Gran Paradiso a Cogne che è molto conosciuta per la sua professionalità. Il suo nome è Marco Farina. Vi consiglierei di contattarlo direttamente e di prenotarlo per un escursione speciale. tel. +39 3478280686 mail: marcofarina83@libero.it
19
現地メンバーのおすすめ
Cogne
19
現地メンバーのおすすめ
A pochi metri da La petite maison d'Erika, abita una Guida Alpina del Gran Paradiso a Cogne che è molto conosciuta per la sua professionalità. Il suo nome è Marco Farina. Vi consiglierei di contattarlo direttamente e di prenotarlo per un escursione speciale. tel. +39 3478280686 mail: marcofarina83@libero.it
Vicinissimo a La petite maison d'Erika , abita la Guida Alpina, che potrete contattare direttamente e sarà lieta di riscontrare le Vs. richieste. Questa è la sua presentazione: "MARCO FARINA Mi sono avvicinato alla montagna dalla mano di mio fratello Massimo e, in seguito con il Centro Sportivo Esercito, di cui faccio parte nella Sezione Militare di Alta Montagna. Amo la montagna ogni qualvolta essa cambia i suoi colori. Ho viaggiato in varie parti del mondo: dall’Alaska all’Antartide, Bolivia, Patagonia… e ho ancora tanta voglia di viaggiare!" TEL. +39 3478280686 MAIL marcofarina83@libero.it
8
現地メンバーのおすすめ
Aosta
8
現地メンバーのおすすめ
Vicinissimo a La petite maison d'Erika , abita la Guida Alpina, che potrete contattare direttamente e sarà lieta di riscontrare le Vs. richieste. Questa è la sua presentazione: "MARCO FARINA Mi sono avvicinato alla montagna dalla mano di mio fratello Massimo e, in seguito con il Centro Sportivo Esercito, di cui faccio parte nella Sezione Militare di Alta Montagna. Amo la montagna ogni qualvolta essa cambia i suoi colori. Ho viaggiato in varie parti del mondo: dall’Alaska all’Antartide, Bolivia, Patagonia… e ho ancora tanta voglia di viaggiare!" TEL. +39 3478280686 MAIL marcofarina83@libero.it